Politica senza storia

La storia va indagata con onestà intellettuale e non manipolata per il proprio tornaconto. E’ un dovere morale ed è un esigenza scientifica .  Non si possono forzare gli eventi, falsificare i documenti e cambiare le inquadrature, insomma,  non si può cancellare quello che non ci sta bene e incorniciare solo quello che ci aggrada  al solo scopo di affermare … Continua a leggere

24.04.2017. Tra un gasdotto che viene e resta e una piattaforma che trivella senza pagare nemmeno IMU ed ICI sul finire di un aprile a tratti gelido, tentata dal tacere, tuttavia, dico e considero :

Altro che complottismo, a tirar certi fili si ottengono determinati risultati; pure i francesi avranno la loro “libera scelta da fare” ed alla fine, cmq vada, sarà un insuccesso; Altro che informazione scorretta, non ammettere che ogni medicina ha, per sua natura, delle controindicazioni è semplicemente pretendere la realtà unidimensionale ed altre sciocche assunzioni; scegliere di ignorare le controindicazioni non … Continua a leggere

Le regole del gioco cambiano ogni giorno, il teorema da affermare, invece, non cambia: La Juve ruba.

Il vocabolario dei commenti sportivi su cui un bel po’ di emerite merdacce campa è quanto di più ipocrita e servile possa esistere nell’ampio quadro dei vocabolari morti di uso comune. Così durante una medesima partita i commentatori  possono usare lo  stesso avverbio per affermare una precisa tendenza  ad avversare una squadra ed a beatificare l’altra. Quanto  alla squadra avversata … Continua a leggere

Cara sorella per Ferragosto e per sempre ricordati che :

  chi ti ha invidiato quando avevi 10, 15, 20, 25 anni,  ti invidierà sempre,  perché l’invidia  è atavica e nella sua peggior forma  affonda le  radici nel passato; accostarti alla mediocrità umana qualcosa inevitabilmente ti toglie, quindi, per quanto cieco possa essere il sentimento o abbagliante la situazione, entrambi condizioni che reputo impossibili per una mente sana e dotata … Continua a leggere

Considerazioni uggiose.

E’ triste pensare che la Raggi passi per l’ultimo baluardo della nostra Costituzione, l’avamposto che indica l’esito del referendum di ottobre. Pulcinella sarebbe più serio e credibile. Mi sono già lapidariamente espressa in proposito prevedendo con largo anticipo  cosa sarebbe successo, poi la scorsa domenica da Lucia Annunziata l’avvocatessa romana incalzata sulla domanda cardine “Olimpiadi si , Olimpiadi no ?” … Continua a leggere

Considerazioni bonarie della santa domenica

 1) L’avvocatessa  Raggi è la riprova che niente è più rappresentativo del nulla. Complimenti al Movimento  che l’ha scelta, complimenti ai romani e alla Rometta che con lei ripetono l’operazione Rutelli, complimenti a noi italiani tutti perché siamo sempre così furbi da pensare che  la mediocrità è il minore dei mali possibili.  2) Se Pepe, quello visto ieri nel Real, … Continua a leggere

Evitare caduta gravi “deficienti” sulla mia persona e sul mondo

A i tanti filosofi inespressivi vaganti per la rete  senza alcun talento per la materia consiglierei di cambiare campo d’esercizio. Concentratevi sul dizionario dei sinonimi, sul gioco dell’oca o sull’isola dei conchiglioni ma lasciate in pace Kant, Nietzsche o Wittgenstein. Capisco che i nani hanno bisogno di imponenti  sgabelli per salire d’altezza ma potreste risultare pure offensivi o ridicoli quando … Continua a leggere

08.04.2016 E’ iniziata l’azione di salvataggio della figlia del Pescecane. Grande Pescecane trasversale.

Trovo sinceramente penoso che si debba considerare la “ministra” Guidi parte lesa della vicenda lucana- Lei con quel po’ po’ di industria pesante alle spalle,  descritta oggi da procure e giornali come una povera donna vittima di un raggiro per debolezza amorosa. Ma davvero ? Descritta così potrei pure fare un ardito paragone con la povera  signora Gloria Rosboch ormai … Continua a leggere

Oggi 05.04.2016 considero alla rinfusa

1) L’ho capito, l’ho scritto e l’ho detto da subito, da quando ho visto la fila alle primarie che lo hanno consacrato, le file dei soliti ignoti , dei soliti “italiani per tutte le stagioni”…. Renzi era  esattamente  quello che gli italiani volevano per la loro  casa dal gusto comune e gretto, una ristrutturazione alla moda che assimilasse e rassicurasse. … Continua a leggere